lunedì 13 agosto 2018

I cinque momenti top di un posto al sole 2018

Mariella (Antonella Prisco), Cerruti (Cosimo Alberti)
Dopo aver stilato una classifica con i momenti peggiori dell'ultima stagione di Un posto al sole, che potete trovare qui, ci sembrava doveroso citare anche i cinque momenti migliori, come per quelli flop, abbiamo scelto rigorosamente storyline portanti, vale a dire trame che, per qualche motivo, hanno caratterizzato l'intera serie, ma procediamo:


Posizione 5: Il rapimento di Bianca
Alzi la mano chi non si è emozionato nel vedere Angela in lacrime disperarsi e urlare il nome di Bianca. Claudia Ruffo (Angela) è stata fenomenale nel mostrarci la sofferenza di una madre, che vede sparire la figlia davanti ai suoi occhi. Quella scena era ovviamente solo l'epilogo di una storyline molto lunga che, tra gli altri pregi, ha avuto anche quello di mostrarci uno dei villain più carismatici, che si sia mai visto ad Un posto al sole. Gaetano Prisco, un Fabio De Caro in gran forma, ci ha mostrato un cattivo spietato e brutale che ha dato, sin da subito, filo da torcere a Franco. Non sono mancate le polemiche per alcune scene alquanto violente, inoltre il finale è stato un po' troppo ingenuo e sbrigativo, ma questa storyline merita a tutti gli effetti di essere annoverata nella top 5. Piccola menzione d'onore per la proposta di matrimonio fatta da Franco (Peppe Zarbo) ad Angela, che ha aperto un altro ciclo narrativo, ma che in fondo è stato il vero lieto fine di questa storia. Tutto è bene quel che finisce bene. Incoraggiante.

Posizione 4: Il processo a Luca Grimaldi
Upas diventa legal drama e, per la prima volta, ci fa entrare in un palazzo di giustizia, ovviamente nella gestione del processo e degli interrogatori, siamo ben lontani dal livello raggiunto dai colleghi americani, ma il tentativo è stato ottimo e ci ha lasciato ben sperare per il futuro. La storia ci ha regalato alcuni momenti di pura emozione all'interno dell'aula, discreto l'intreccio narrativo, inoltre sullo sfondo abbiamo visto nascere una storia d'amore fresca quanto tormentata quale quella tra Vittorio (Amato D'Auria) e Anita (Ludovica Bizzaglia) che esce un po' dai soliti canoni upassiani. Sperimentale.


Posizione 3: Il crollo di Filippo
Probabilmente molti hanno odiato questa storyline perché ha preso uno dei personaggi più amati e rassicuranti e lo ha massacrato, ma noi vogliamo soffermarci su Michelangelo Tommaso e sulla sua magistrale prova recitativa. Quello che ha sempre caratterizzato il personaggio di Filippo era un'integrità morale e un rispetto per le regole quasi al limite dell'irritante, ma in questa storyline tutto viene stravolto. L'attore è riuscito a capovolgere gli schemi e ci sta regalando un personaggio dalle mille sfaccettature, tutti riusciamo a percepire come Filippo si sforzi di sembrare quello di sempre,  una recita nella recita insomma, ma ogni suo piccolo gesto trasuda un turbamento interiore causato da quella che è a tutti gli effetti una patologia psicologica. Vedere Filippo che balbetta per giustificarsi o che si scusa con quello sguardo vacuo è da pelle d'oca e ci trasmette una reale sensazione di disagio, come se ci trovassimo dinanzi a qualcuno di cui ci siamo sempre fidati, ma che ora non riconosciamo più. Chapeau.

Posizione 2: La gravidanza di Mariella
Non ci saremmo mai aspettati che una storyline dalle tinte più leggere potesse arrivare ad un soffio dal primo posto, eppure non possiamo fare a meno di elogiare questa trama. Dal tradimento di Guido (Germano Bellavia), passando per la scoperta della gravidanza fino alla decisione di Cerry di fare da padre al bambino, questa storia è riuscita, nel più classico dei canoni di Upas, a commuoverci e allo stesso tempo a farci sorridere. Cerry (Cosimo Alberti) e Mariella (Antonella Prisco) coppia, non coppia, sono la vera rivelazione di questa stagione e ci hanno regalato freschezza, ironia ma anche tanta tenerezza. Piccola nota di merito per Cerruti, finalmente un personaggio gay, che ci fa sorridere senza ricorrere ad assurdi cliché. Adorabili.


Posizione 1: L'omicidio di Veronica
Forse il primo posto risulta scontato, ma come si fa a non assegnarlo a questa crime story estiva che ci ha letteralmente travolto. Chi seguiva le anticipazioni, sa bene che questa storia è partita molto tempo prima con tanti indizi che sono stati disseminati lungo la strada creando molto hype attorno alla vicenda. Non pensiamo di esagerare se diciamo che quasi l'intero arco narrativo di quest'anno sia stato costruito per portarci poi all'epilogo dell'omicidio. Questo giallo estivo, oltre a tenerci col fiato sospeso, ci ha regalato delle nuove figure femminili memorabili, potenti e carismatiche, dalla vittima odiatissima Veronica (Caterina Vertova), all'assassino glaciale e affascinante Vera (Giulia Schiavo), passando per il commissario Landolfi (Clotilde Sabatino) e il PM Clara Fiorito (Giulia Di Quilio), mentre i maschietti li vediamo muoversi sullo sfondo come mere pedine. La storyline è attualmente in corso e l'attenzione dopo tanti mesi è ancora viva, che dire: complimenti, primo posto meritato!

Piccola menzione d'onore per il ritorno di Diego (Francesco Vitiello), che ci ha sicuramente fatto emozionare con la storyline della malattia, ma diciamo che, almeno per il momento, le trame in cui è stato coinvolto non ci hanno convinto a pieno.
Ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per sostenerci e ricevere anticipazioni, aggiornamenti e tante simpatiche sorprese su Un posto al sole e i suoi protagonisti: Pagina Facebook Upaspoiler  e di seguirci su Instagram

1 commento:

  1. sicuri che la storyline di gaetano prisco sia finita? ha promesso vendetta, e prima o poi lo vedremo riapparire per dare filo da torcere alla famiglia boschi

    RispondiElimina