mercoledì 22 novembre 2017

Scena violenta in Un posto al sole: l'ira dei fan

Pestaggio in Un posto al sole

Nella puntata di ieri si è scatenato un putiferio nei social, in seguito ad una scena particolarmente violenta che è andata in onda sul finale di puntata. Nella sequenza incriminata si vedeva Gaetano Prisco, un magistrale Fabio De Caro, più cattivo che mai, intimidire e poi riempire di botte il povero barista Colace. La scena è stata molto cruenta rispetto agli standard di Upas, il sangue scorreva a fiotti e la violenza era palpabile raggiungendo un realismo che ha fatto venire i brividi e storcere il naso a molti. Chi è abituato a vedere serie tv più "adulte" avrà trovato la scena, tutto sommato, accettabile, ma la questione non è generica ed è legata strettamente ad Un posto al sole, considerato un programma per famiglie. In breve il punto della questione è semplice: Un posto al sole non sarebbe più la soap leggera di un tempo e queste tematiche, poco consone allo spirito spesso scanzonato che dovrebbe aleggiare sulla soap, lo stanno rovinando. Ma è davvero così? 

Va fatta una premessa: i siparietti comici e le storyline più leggere, che hanno da sempre contraddistinto la soap, sono e saranno sempre presenti, ma anche questi momenti di realtà più brutale sono storicamente parte integrante della soap. Va aggiunto che spesso alle critiche si accompagnano anche ascolti ampiamente sopra la media, la storyline del killer, nonostante le critiche, registrò ascolti da record. Ma torniamo alla domanda principale, Un posto al sole è cambiato? Tutto sommato la risposta è no, vi ricordiamo che Rita (la prima moglie di Raf) venne brutalmente uccisa e Raffaele torturò il suo assassino e questo accadeva nelle prime stagioni, in seguito abbiamo visto lo stupro di Angela e di Serena, uccisioni e innumerevoli storie di camorra... Questo squarcio di realtà brutale fa parte di Upas da sempre, non vi è mai compiacimento o abuso di certe scene, ma ogni tanto servono per dare una spinta alla trama,  per affrontare tematiche importanti e comprenderne appieno la gravità. Tutto ciò,  per quanto possa risultare disturbante, a volte ci rende anche più empatici con i personaggi e ci aiuta a crescere assieme a loro.
Ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per sostenerci e ricevere news, aggiornamenti e tante simpatiche sorprese: Pagina Facebook Upaspoiler

4 commenti:

  1. Data l'ora in cui va in onda UPAS non si dovrebbero vedere né scene di violenza né di sesso ... ma la realtà è questa purtroppo se vogliamo solo rose e fiori non le troviamo nemmeno nei cartoni animat

    RispondiElimina
  2. Io sono 20 anni che seguo un posto al sole.. Adesso ho 3 bambini che sono abituati a guardarlo insieme a me e sono anche appassionati, ieri ho visto il terrore nei loro occhi vedendo la scena finale e non credo sia giusto data l'ora in cui va in onda..Secondo me si possono trattare anche tematiche purtroppo quotidiane senza scene così violente..

    RispondiElimina
  3. Ho letto l'intervista fatta all'attore che interpreta Prisco e mi sa che non ha compreso il motivo delle nostre critiche: il problema non è lui, che in quanto attore si appresta a recitare il ruolo che gli viene attribuito, ma l'indignazione per essere stati costretti ad assistere a cotanta violenza. Io non sono una bambina ma certe scene mi lasciano turbata lo stesso, pur essendo consapevole che nella realtà succede pure di peggio.
    Scene del genere sono prevedibili in serie come Gomorra (che infatti me ne guardo bene dal seguire) ma non certo in Un posto al sole!

    RispondiElimina
  4. a casa mia, io compreso, siamo rimasti molto più scioccati dalla morte del ragazzo cardiopatico in sirene giovedì scorso......

    RispondiElimina